A Cagliari due giornate EXTRA dedicate al turismo

Il turismo extra-alberghiero è in costante sviluppo nell'isola, così come nel resto d'Italia, e le due giornate appena trascorse a Cagliari con Extra 2018, il Salone Nazionale del Turismo extra-alberghiero, ce l'hanno ampiamente confermato.

L'extra-alberghiero pesa sempre di più nel panorama del turismo in Italia. E' il momento di prenderne consapevolezza e renderlo più professionale e competitivo.
Questo è ciò che ha affermato Maurizio Battelli, presidente dell'Associazione Extra, durante il lancio della seconda edizione dell'evento, ed è proprio ciò che è emerso durante la manifestazione grazie agli speech dei relatori. Professionalità, qualità, esperienze e legame delle strutture con il territorio sono i concetti che hanno fatto da padroni durante la maggior parte degli interventi, quest'ultimi focalizzati sull'approfondimento di tante dinamiche che ruotano attorno all'extra-alberghiero: normative, marketing, networking, tecnologia, governance e management, per citarne alcuni.Tanti gli esponenti, nazionali e internazionali, che hanno reso particolarmente interessante l'ascolto agli addetti ai lavori. Portavoce di realtà come AIRBNB, Booking ed Expedia hanno raccontato quanto questi strumenti, se utilizzanti in modo professionale, possano contribuire alla crescita del proprio business extra-alberghiero, sorpassando l'idea che si debba neccessariamente "sconfiggere" le OTA per crescere indipendentemente da esse. Piattaforme a livello globale, che se utilizzate in maniera efficace, affiancate ad una qualità intrinseca della struttura e del servizio, possono accrescere la richiesta ricettiva e destagionalizzare l'offerta.

Sempre Expedia ha fornito alcuni numeri relativi alla stagione appena trascorsa, dai quali è emerso che sempre di più in Sardegna arriva un turista internazionale che predilige l'extra-alberghiero, correlato ad esperienze uniche sul territorio. I Paesi di provenienza sono prevalentemente Stati Uniti, Germania, Francia, Inghilterra e Italia, per una permanenza media di 3,6 notti. Inoltre, è stato sottolineato quanto sempre di più il visual faccia da padrone nella scelta di una struttura sui motori di ricerca, infatti il 92% degli utenti scelgono le strutture con foto e descrizioni aggiornate, con un 150% di attenzione in più se la struttura si presenta con almeno 20 foto (ma che siano professionali!). Infine, sempre più importante la brand reputation delle strutture online, infatti oltre il 62% dei turisti sceglie dove alloggiare in base alle recensioni disponibili in rete.


Va bene, quindi, l'uso professionale delle OTA grazie agli enormi vantaggi offerti alle strutture extra-alberghiere in termini di visibilità e prenotazione, ma Antonio Bartolotti ha raccontato benissimo l'importanza di avere, e mantenere, una propria identità online a prescindere da esse. Detto questo, dunque, ha spiegato i tre fattori fondamentali sull'online per comunicare la propria struttura e, quindi, attrarre, convertire e soddisfare il proprio target. L'asset principale per attrarre è, ovviamente, il sito web della struttura nel quale non possono mancare foto e video professionali, un design pulito e coinvolgente, le recensioni, la mappa, il modulo contatti e il booking engine.

Intervento particolarmente interessante anche quello di Danilo Beltrante, di Vivere di Turismo, il quale ha raccontato quanto il settore dell'extra-alberghiero sia il principale responsabile del turismo attuale, e futuro, in Italia. Inoltre, ha raccontato quanto l'unicità delle esperienze che vengono "vendute" oggi al turista sia fondamentale per la crescita del proprio business. Concetto ripreso da tanti altri relatori secondo il più ampio tema del turismo esperienziale.


Grazie a Mauro Cadoni, DG dell'assessorato al Turismo della Regione Sardegna, si è potuto approfondire l'evoluzione della Legge Regionale sul Turismo e le ultimissime modifiche apportate alle normative che regolano il settore extra-alberghiero, tra cui l'approvazione provvisoria sulle direttive dei B&B.


Due giornate, quindi, ricche di formazione e informazione ai quali è stato molto interessante partecipare in qualità di Studio che si occupa di marketing territoriale, hotel management e digital marketing turistico. Evento che ha arricchito saperi già acquisiti e ne ha approfondito di nuovi, con qualità e professionalità.


Se non hai potuto partecipare all'evento, ma avendo una struttura extra-alberghiera vuoi approfondire alcuni concetti, scrivici o chiamaci ai seguenti contatti: Email info@uptourism.it - Cell. +39 339 284 0734.

UPTOURISM Consulting & Academy

LOMBARDIA - Via Brembo 3, Milano (MI)

SARDEGNA - Via della libertà 55, Selargius (CA)

MOLISE - Contrada limiti 4, Campobasso (CB)

info@uptourism.it 

+39 3392840734


 

Segui UPTOURISM sui social

  • Facebook - cerchio grigio
  • Instagram - Grigio Cerchio
  • LinkedIn - cerchio grigio